Essere un Junior Entrepreneur

essere-un-junior-entrepreneur

Circa due anni fa un gruppo di cinque studenti dell’Università di Firenze, spinti da una forte intraprendenza e spirito di iniziativa, stimolati dalla volontà di dare dei connotati diversi alla propria esperienza universitaria, decideva di fondare quella che è oggi la nostra associazione, JEflo, Junior Enterprise Florence.

Nel corso di questi due anni ne sono successe di cose. I primi progetti e collaborazioni con le aziende, il riconoscimento ottenuto da JADE Italia come Junior Enterprise i due Consigli di Amministrazione che si sono succeduti e i tanti nuovi ragazzi che sono entrati nell’associazione.

In questo processo di crescita il gruppo di ragazzi che compongono e hanno composto l’associazione è sempre rimasto compatto e forte, caratteristiche che hanno permesso all’associazione di superare tutti gli ostacoli che a volte sembravano frenare la sua affermazione.

L’apertura di questo blog rappresenta un ulteriore tassello della crescita della nostra organizzazione. L’obiettivo è quello di introdurre uno strumento di comunicazione attraverso il quale far “parlare” l’associazione e far esprimere i propri associati con l’uso delle parole sui temi più vari.

Oggi, grazie all’esperienza diretta che abbiamo maturato in questi anni, iniziamo questa avventura nella blogosfera parlando appunto di cosa significa impegnarsi nella gestione di una Junior Enterprise, cosa vuol dire essere un Junior Entrepreneur e quali vantaggi può portare per uno studente universitario fare un’esperienza simile.

 

Junior Entrepreneur: uno studente con una marcia in più

Diventare un Junior Entrepreneur significa essere innanzitutto studenti universitari. In particolare studenti consapevoli che la propria formazione non può fermarsi solo ai libri e agli esami, bensì deve andare oltre.

Il mercato del lavoro si dimostra sempre più dinamico e competitivo, i recruiter sono sempre più esigenti nel richiedere profili già “pronti”, soprattutto come persone capaci di stare su un posto di lavoro. Le sole conoscenze e competenze tecniche sembrano non bastare più, è necessario mettere da parte qualche esperienza lavorativa e sviluppare anche le cosiddette competenze trasversali, o soft skills.

Ecco che per uno studente universitario che si appresta ad entrare nel mondo del lavoro, fare un’esperienza all’interno di una Junior Enterprise può essere fondamentale per acquisire quella marcia in più che può fare la differenza all’appuntamento con il mondo del lavoro.

 

Che cosa è una Junior Enterprise?

Una Junior Enterprise è un’associazione no-profit gestita interamente da soci rappresentati da studenti universitari delle varie facoltà di un determinato ateneo. Essa, organizzata come un’impresa a tutti gli effetti, si propone sul mercato offrendo servizi di consulenza alle aziende in vari ambiti (marketing, IT, legale, commerciale, ecc.).

Al di là di tutto, una Junior Enterprise, dal punto di vista dello studente-socio, può essere vista come una “palestra del lavoro dei propri sogni“. Il suo principale scopo infatti è quello di fornire un’esperienza altamente formativa e professionalizzante agli studenti-soci che ne fanno parte.

Essi infatti possono mettersi alla prova su progetti concreti, collaborare per importanti aziende, applicare conoscenze e competenze legate ai propri studi e passioni e perché no, svilupparne di nuove. Tutto questo attraverso il principio del “learning by doing“.

Far parte di una Junior Enterprise vuol dire anche essere parte del network delle Junior Enterprise italiano ed europeo, coordinati rispettivamente da JADE Italia e JADE, confederazioni che favoriscono lo sviluppo dell’intero movimento delle Junior Enterprise e sostengono la crescita delle singole associazioni.

Questo per il singolo Junior Entrepreneur vuol dire anche avere l’opportunità di partecipare a meeting, eventi formativi, workshop, importanti occasioni di formazione e scambio di idee, ma soprattutto di ampliamento del proprio network di relazioni personali e professionali.

 

Studente e consulente allo stesso tempo: cosa vuol dire essere un Junior Entrepreneur

Un Junior Entrepreneur può essere visto come un consulente a tutti gli effetti, ma con alcune caratteristiche particolari.

Infatti, come un consulente professionista, mette a disposizione le proprie conoscenze e competenze collaborando su veri progetti e offrendo consulenza alle aziende. Al contrario del professionista però un Junior Entrepreneur svolge queste attività in contemporanea al proprio percorso di studi universitario, con la possibilità di imparare e di applicarsi su progetti che riguardano ambiti anche più approfonditi o diversi dalle materie studiate, stimolando un apprendimento sempre maggiore e trasversale.

Un Junior Entrepreneur non ha orari di ufficio da rispettare. Ciò non vuol dire però che farlo sia una passeggiata. Le sue giornate tipo sono fatte di lezioni, lavoro, studio, esami, incontri o telefonate con il cliente, riunioni (anche virtuali) con il proprio team. Sta a lui (o lei) organizzarsi in base alle priorità giorno per giorno.

Flessibilità, professionalità, organizzazione e senso di responsabilità, sono queste alcune delle skills principali che egli dovrebbe possedere o sviluppare attraverso il learning by doing.

Uno studente universitario che decide di impegnarsi in una Junior Enterprise è una persona che non vuole farsi sfuggire le numerose opportunità che questa esperienza può dare.

Il contesto sfidante, stimolante e dinamico di una Junior Enterprise porta un Junior Entrepreneur ad avere ogni giorno situazioni per mettersi alla prova. Tali occasioni sono fondamentali per uscire dalla propria comfort zone, per affrontare quello che (apparentemente) si crede di non saper fare e superare i propri limiti.

Un altro grande valore che caratterizza l’esperienza come Junior Entrepreneur è la possibilità di relazionarsi continuamente con interlocutori importanti quali imprenditori, dirigenti, professionisti e ciò fornisce stimoli continui a migliorarsi sempre e a non smettere mai di imparare.

Essere un Junior Entrepreneur, insomma, è sicuramente una fantastica opportunità per la propria crescita professionale e personale.  Guai a farsela scappare!

 

Simone Pennecchi, Responsabile Marketing e Comunicazione – JEflo