LINKEDIN FOR DUMMIES: valorizzazione del proprio network di relazioni con l’ausilio di piattaforme online

Il primo evento organizzato da JEflo su come tessere le giuste relazioni professionali, stando al passo col progresso tecnologico, tenuto dal relatore Riccardo Duilio, di seguito intervistato, presso il Polo di Scienze Sociali di Firenze.

linkedin-for-dummies-valorizzazione-network-di-relazioni-con-ausilio-di-piattaforme-online

 

Ad oggi, è giunto il momento di riconoscere che anche il rapporto di lavoro in senso stretto sta subendo una traslazione verso il mondo virtuale, lasciando da parte il classico primo approccio con la presentazione materiale del Curriculum Vitae, attraverso l’utilizzo di piattaforme online.

È proprio di questo che ha trattato Riccardo Duilio, Segretario Generale di JEflo, in qualità di relatore dell’evento, svoltosi in data 30 maggio 2018, presso le Librerie Universitarie del Polo di Scienze Sociali di Firenze, tenendo un seminario di formazione basato sull’apprendimento e l’accrescimento della propria immagine professionale attraverso la piattaforma LinkedIn.

È stato il primo evento interamente organizzato e sponsorizzato da JEflo, pertanto la trepidazione di tutti era palpabile.

 

LinkedIn for dummies”, ecco il simpatico ma appropriato titolo dell’evento; quanti di noi, infatti, sono rimasti legati alla tradizione e non hanno idea di come consolidare la propria rete di relazioni, sfruttando le opportunità che il progressivo sviluppo di ogni sorta di social network ha da offrire?

Lo scopo del segretario Duilio era proprio quello di indicare, attraverso piccoli, ma efficaci suggerimenti, la via più semplice per “valorizzare” il proprio profilo LinkedIn, arrivando a capire e conseguentemente sfruttare in modo corretto tutte le opportunità che questa piattaforma consente.

 

Terminato l’evento, il relatore si è reso disponibile a rispondere ad alcune domande, riportate di seguito.

 

Come ci si sente a presentare un evento per la prima volta dinnanzi ad un pubblico variegato?

“È un’esperienza molto stimolante e soddisfacente dal punto di vista personale e tecnico; poter istruire i partecipanti riguardo un tema così attuale e sempre più in uso come questo, ti fa capire quanta voglia c’è di imparare e di migliorarsi, indipendentemente dal tipo di esperienze pregresse.”

 

Cosa ne pensi della presentazione del classico CV? La abbandoneresti?

“Ad ora non mi sento pronto a sostenere una tesi così drastica, ritengo che viviamo in un’epoca in cui sicuramente ci stiamo allontanando progressivamente dal documento cartaceo, ma non abbandonando del tutto.

Sicuramente, grazie alle nuove tecnologie, intrattenere rapporti di lavoro è diventato un qualcosa di più fruibile e versatile, dal momento che possiamo garantire una costante visibilità al datore di lavoro o al responsabile risorse umane in cerca di talenti. Arriverà, poi, il momento in cui le stesse assunzioni verranno effettuate omettendo l’incontro conoscitivo, fa parte dell’evoluzione sociologica.”

linkedin-for-dummies-valorizzazione-del-proprio-network-di-relazioni-con-ausilio-di-piattaforme-online

 

Quanto può davvero influire un buon profilo su una selezione di talenti?

“La probabilità di essere assunti, presentando un profilo completo in termini di competenze, presentazione ed esperienze, è ben maggiore rispetto alla semplice presentazione materiale del CV. Questo perché l’interazione virtuale garantisce soglie di godimento più alte, considerando anche celerità e tecnicità con cui il profilo viene presentato agli occhi di un terzo.

È importante saper valorizzare i giusti criteri di compilazione, partendo da elementi basilari, come la foto personale, l’immagine di background, il riepilogo, la headline, …”

 

Che cosa consiglieresti a chi ancora non ha un profilo LinkedIn?

“Il mio consiglio è di seguire un corso di formazione pianificato attraverso cui poter davvero conoscere le funzionalità della piattaforma, dopodiché iscriversi seguendo scrupolosamente i criteri impartiti, soprattutto espandendo il proprio network di collegamenti.”

linkedin-for-dummies-valorizzazione-network-relazioni-con-piattaforme-online

 

Qual è l’errore più comune nell’utilizzare LinkedIn?

“La quasi totalità degli utenti medi è convinta che basti iscriversi e compilare automaticamente i campi che ci vengono proposti, affinché un possibile datore di lavoro ci tenga in seria considerazione.

La realtà è ben diversa, l’errore classico commesso da tutti risiede proprio nelle piccole cose, a partire dalla stessa foto personale: è impensabile proporre una foto di voi in moto, al mare o in montagna; la foto deve rappresentare il vostro lato esclusivamente professionale; in questi termini è preferibile un bianco/nero o a colori in giacca e cravatta con una posa composta.

Il discorso cambia in merito all’immagine di background, che nella maggior parte dei casi viene completamente omessa. In realtà è fondamentale per sottolineare il brand al quale appartenete o la competenza principale che detenete.”

 

Quindi sono molti i criteri da tenere in considerazione?

“Esattamente, tanti criteri equivalgono a tante possibilità.

Il mio consiglio? Provate a seguirci ai prossimi eventi di formazione e capirete quanto successo sarete in grado di conseguire, sfruttando al meglio un approccio virtuale.”

 

Ginevra Ciuffi, Area Marketing – JEflo

Riccardo Duilio, Segretario Generale – JEflo